Il soggetto giuridico ed il soggetto economico d’impresa

Relazioni e Rapporti con l’ambiente economico di riferimento

Tra soggetto giuridico e soggetto economico d’impresa, nonché tra questi soggetti e l’ambiente economico di riferimento, corrono rapporti di interazione e complementarità, che influiscono, spesso notevolmente, sul comportamento d’impresa. In altre parole, che tra forma (soggetto giuridico) e sostanza (soggetto economico) esistono rapporti di influenza che incidono sulle manifestazioni concrete in azienda; così come su queste manifestazioni influiscono i complessi rapporti tra soggetto giuridico, soggetto economico ed ambiente di riferimento della nostra impresa.

Quanto alle relazioni di interazione tra soggetto giuridico e soggetto economico, annotiamo, innanzitutto, l’influenza del primo sul secondo, citando ad evidenza il caso della società in accomandita per azioni, la quale – lo ricordiamo nuovamente – riserva il potere di comando ad alcuni soci, gli accomandatari, che in quanto tali sono di diritto amministratori della stessa società, a scapito di altri, gli accomandanti, che in tal veste non possono assumere responsabilità di gestione.

Pertanto, quanto all’influenza della forma (soggetto giuridico) sulla sostanza (soggetto economico) si può dire che la prima può condizionare, e di fatto condiziona, la seconda. E’ vero, d’altra parte, che le modalità di espressione del potere di comando in azienda, e quindi il suo soggetto economico, ne influenzano anche la forma, che dà luogo, ripetiamo, al soggetto giuridico della medesima azienda; si vuol dire, cioè, che il soggetto economico d’azienda sceglie la forma di questa in relazione, anche, alle varie modalità con cui il medesimo soggetto possa esercitare o meno in essa il suo dominio.

Così, nel caso della società in accomandita per azioni, il socio che vuole esercitare il supremo potere di comando in azienda per tutta la sua vita, sceglie, potendo, la veste di socio accomandatario, perché sa che, in tale veste, è di diritto amministratore della stessa società. Per contro, il socio che nella stessa forma di società non vuole esercitare quel dominio, sceglie la veste di socio accomandante che, in quanto tale, non può essere amministratore di tale società. Quando ciò accade, si può anche affermare, come in questo caso, che la sostanza (soggetto economico) influenza la forma (soggetto giuridico).

Quanto alle relazioni di complementarità tra soggetto giuridico (forma) e soggetto economico (sostanza) è noto che dette entità rappresentano due degli elementi della struttura aziendale diretti, appunto, complementariamente, al conseguimento delle prefissate finalità d’azienda. Illustrati, sia pure brevemente, i rapporti e le reciproche influenze tra soggetto giuridico e soggetto economico, osserviamo ora le relazioni tra questi soggetti e l’ambiente economico nel quale le aziende svolgono la propria attività e, quindi, i tratti caratteristici che gli stessi soggetti traggono dal medesimo ambiente.

Così, quanto all’influenza dell’ambiente sul soggetto giuridico e quindi sulla forma d’azienda, è noto che questa rappresenta un fattore del contesto economico nel quale la stessa azienda vive ed opera; ne consegue, di solito, che la forma viene fatta variare in relazione, appunto, ai cambiamenti dell’ambiente economico d’impresa. Un accenno ai cambiamenti di forma della data società, dovuti alle variazioni dell’ambiente economico, si può trarre dalle trasformazioni, in società per azioni, di alcune Casse di Risparmio italiane, avvenute per effetto della Legge Amato, allo scopo di renderle più competitive nei confronti di altre banche con una struttura societaria più moderna, appunto, di società per azioni.

Per quanto concerne invece l’influenza dell’ambiente sul soggetto economico d’azienda, si fa presente che le economie di mercato dei paesi più avanzati – nei quali le società sono caratterizzate da un eccessivo frazionamento del capitale sociale e, quindi, dalla mancanza di una proprietà azionaria stabile – conducono, tra l’altro, a forme di direzione aziendale in cui il soggetto economico d’impresa è espresso da un mix di persone, composto da soci capitalisti e da manager della stessa impresa. Si tratta del modello di direzione aziendale denominato imprenditoriale – manageriale, che nelle economie di mercato cosiddette “mature” evolve, come già riferito, verso il modello cosiddetto manageriale, in cui il soggetto economico d’impresa è rappresentato in modo preponderante dai manager di più elevato livello della data società.

Va da sé che le modalità di espressione del soggetto giuridico e del soggetto economico, influenzano anche l’ambiente nel quale l’azienda opera, specialmente, però, quando la stessa azienda assume una notevole dimensione. Per concludere, il fenomeno dei rapporti tra soggetto giuridico, soggetto economico e ambiente d’azienda rappresenta un altro modo in cui si esplica la visione sistemica d’azienda, nella quale i suoi elementi non hanno un significato proprio autonomo, ma un valore che varia, con modalità interattive e complementari, in virtù del complesso a cui gli stessi elementi appartengono.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro − = 1

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>