Schema cronologico

  • Aree Guida (Maddison):

–          1100-1500: Italia del Nord e Fiandre

–          1600-1750: Olanda

–          1750-1890: Inghilterra

–          1890-oggi: USA

  • 1400 caratteristiche:

–          poli urbani (30-35 milioni di abitanti)

–          Nord Europa: Lega Anseatica

–          periodo di transizione positiva

–          capitalismo commerciale (produttore-mercante-consumatore)

–          Mediterraneo (Repubbliche marinare) e Mar Baltico (Anversa: leadership)

–          denaro d’argento (prima moneta d’oro il Genovino)

–          banchieri-usurai (considerati illegali dalla Chiesa)

–          popolazione costantemente crescente (nonostante mortalità)

–          settore primario (90%): rotazione binaria, aratro pesante, cavalli

–          settore secondario: produzione G.B. e Spagna, trasformazione Fiandre e Italia

–          spesa per consumo a domanda rigida

–          industria domestica, corporazioni (no innovazioni) tessile femminile

–          innovazioni: stampa, polvere da sparo, pompe, altiforni

–          Energia: animale e legname

–          il Portogallo domina l’Oceano Indiano

  • 1408: fondato il Banco di San Giorgio a Genova (anche Monti di Pietà della Chiesa)
  • 1471: sancita la libertà di commercio nel Baltico
  • 1481: Giovanni II (Portogallo) sale al trono (stimola le esplorazioni)
  • 1488: Diaz doppia il capo di Buona Speranza (Portogallo)
  • 1492: Colombo scopre l’America (il Mediterraneo perde la centralità a favore di Portogallo e Spagna)
  • 1494: Trattato di Tordesillas (Ferdinando e Isabella si rivolgono al Papa Alessandro VI)
  • 1500 caratteristiche:

–          espansione europea: crescita della popolazione fino a 100 milioni

–          riforma protestante

–          migrazioni

–          sgretolamento del potere feudale, crisi ecclesiastiche (proprietà privata)

–          interessi fiscali sulle terre (esigenze belliche, dazi, pedaggi ed imposte indirette, ricorso all’indebitamento)

–          ripresi Ordini Cavallereschi (facilitazioni dai sovrani)

–          nuovi prodotti (dalle terre scoperte)

–          crisi inglese del legname (dipendenza dal Mar Baltico)

–          innovazioni: amalgama, cartografia, precursori della Nuova Scienza (Keplero)

–          schiavitù anche in Europa

–          politica mercantilistica: protezionismo (Casa de La Contratacion, 1503)

obiettivo: attivo nella bilancia commerciale

–          leggi monetarie, dovute al bimetallismo ed all’aumento metalli preziosi, (afflusso soprattutto a Siviglia) ó rivoluzione dei prezzi

–          Magellano circumnaviga l’Africa

–          Spagna: monopolio americano; Portogallo: Brasile (legname)

–          Italia: guerre e diversificazioni, crisi tessile, contabilità (unico settore florido)

–          Asburgo, Francia, Portogallo: crisi finanziarie e bancarotte

–          aree emergenti: Inghilterra (flotta inglese batte spagnola) e Paesi Bassi

–          energia: ruota idraulica ed eolica, ma sempre fondamentale il legname

  • 1575-1600: decadenza di Anversa, crescita di Amsterdam

–          Amsterdam (più permissiva) accoglie l’esodo e i capitali dei protestanti

  • 1581: Dichiarazione di indipendenza dei Paesi Bassi del nord (aiuto inglese) dalla Spagna
  • 1590: inizia un periodo di carestie (malnutrizione e guerre sono causa di epidemie)
  • 1600 caratteristiche:

–          ristagno demografico con urbanizzazione (Malthus = terra/popolazione)

–          passaggio dall’agricoltura al pascolo

–          prima deflazione (crollo della domanda e dei Prezzi) poi inflazione (nuovi metalli americani e ↑ produttività agricola inglese): rivoluzione dei prezzi

→  crescita grandi proprietari terrieri (locazione a canone fisso, mezzadria)

–          si sperimenta la rotazione triennale

–          rifeudalizzazione (Polonia, Romania, Russia)

–          blocco di Anversa (imposto dagli olandesi per evitare gli approvvigionamenti iberici), uscita dalla Lega Anseatica

–          nasce il putting-out system (lavoro a domicilio)

–          leadership inglese: iniziativa privata, progresso agricolo e coloniale

–          definitiva affermazione del mercantilismo (Colbert, Navigation Acts)

–          Anversa (capitale finanziaria), Amsterdam (capitale commerciale)

  • 1602: fondata la VOC olandese (fine predominio portoghese sull’Oriente)

–          mercato dei titoli VOC (nascono i futures)

–          la VOC è la prima SPA

  • 1602: fondata la compagnia delle Indie Orientali inglesi (Virginia Company: Nord America)
  • 1604: fondata la compagnia delle Indie Orientali francesi (Richelieu, funzione antispagnola)
  • 1619: bancarotta spagnola (sotto Filippo IV)
  • 1621: fondata la compagnia delle Indie Occidentali olandesi
  • 1625: fallimento VOC Occidentali; Nuova Amsterdam diventa New York
  • 1630-1660: recessione nell’industria tessile
  • 1641: i francesi fondano Montreal in Canada
  • 1647-1656: Spagna: crisi demografica; Inghilterra e Irlanda: soltanto una crescita ridotta
  • 1648: si conclude la guerra dei 30 anni con la pace di Westfalia
  • 1651: Inghilterra: divieto di sbarcare merci da navi non britanniche (Navigation Acts)
  • 1660: Francia (Luigi XIV): produzione di beni di lusso

–          ultima ad impegnarsi nelle imprese transoceaniche

–          Colbertismo: burocrazia (Stato finanziario) e protezionismo (scopo bellico)

  • 1663: Staple Act: protezionismo coloniale inglese (Join Stock Companies)
  • 1682: affitto della compagnia delle Indie Orientali francesi ad una società privata
  • 1694: nasce la Banca d’Inghilterra
  • 1699: inglesi e francesi soppiantano gli olandesi nel Nord-America
  • 1700 caratteristiche:

–          illuminismo

–          guerra americana d’indipendenza

–          crisi dell’Ancien Regime

–          rivoluzioni: agraria, demografica (scomparsa delle epidemie grazie al calo di prezzo dei cereali, dovuto alle produzioni intensive, e ai matrimoni tra giovani), dei trasporti, commerciale, nel credito

–          nuova fase di espansione coloniale

–          Wealth of Nations di Adam Smith

–          agricoltura mista ed intensiva (polders olandesi)

–          rivoluzione agricola nelle Midlands inglesi (usurpazione Common Lands)

–          I Turnpike Trusts riscuotevano i pedaggi

–          crisi della patata irlandese

–          pascolo di transumanza (mesta)

–          proto-industrializzazione (ruralizzazione delle manifatture)

–          Francia: merci qualitative; Inghilterra: merci a basso costo standardizzate, Londra sostituisce Amsterdam

–          inventori: Darby (fusione ghisa col carbon coke) Cort (puddellaggio)

  • 1703: Trattato di Methuen: controllo inglese del Brasile a scapito del Portogallo
  • 1786: Trattato di Eden tra G.B. e Francia, breccia nel protezionismo francese
  • 1789: Rivoluzione francese
  • 1792: telegrafo ottico (Chappe)
  • 1799: colpo di Stato di Napoleone:

–          progetto di sistema europeo (Blocco Continentale)

–          abolizione del feudalesimo (retaggio positivo)

–          assolutismo burocratico

–          staticità dei mercati interni

  • 1800 caratteristiche:

–          industrializzazione (≈ progresso, // urbanizzazione) vedi teorie dello sviluppo

–          prima rivoluzione industriale (macchine, carbone, vapore)

–          sviluppo costante (PIL x 6), senza stop, di lunga durata (480 mil. di abitanti)

–          energia: sfruttamento inglese del carbone (in sostituzione al legname)

–          emigrazioni extracontinentali (anche per sfuggire alle persecuzioni)

–          fine del Sacro Romano Impero

–          tasso di attività in crescita (femminile)

–          liberismo (laissez faire) secondo i principi di Smith

–          negli USA stato poco interventista, in Europa Stato Forte

–          nuova demografia: elevate natalità e mortalità

–          dieta basata non più su cereali ma su carni

–          tecniche laboursaving (trattore)/land saving (prodotti chimici, Germania)/energy saving (locomotiva duplice espansione)

–          Corn Laws: dazi sull’importazione del grano; prezzi agricoli tendenzialmente costanti

–          USA: American System of Manufacturing (standardizzazione e intercambiabilità)

–          Germania: banche miste, capitalismo organizzato (Bayer), cartelli legittimi

–          Italia preunitaria: grande uso della leva fiscale (tassa sul macinato)

–          innovazioni nel trasporto marittimo: traversata dell’Atlantico con piroscafi vapore, elica (servizi postali nel ’40)

–          inventori: Watt (macchina a vapore), Faraday (‘21: dinamo), Pasteur (scopre i batteri), Morse (’35: codice) (invenzioni energy/labour/land saving)

–          fine del secolo: introduzione del gold standard (sterlina stabile)

  • 1815: Battaglia di Waterloo: conclusione Guerra dei 200 Anni; la G.B. sconfigge Napoleone (grazie al Parlamento e alla Banca Centrale: no debiti); la Francia ritorna al protezionismo
  • 1825: invenzione della locomotiva: Stephenson introduce la caldaia tubolare (prima linea Liverpool-Manchester)
  • 1830: Boom Ferroviario (riavvio delle attività francesi dopo Waterloo)
  • 1835: la Banque de Belgique rileva 24 industrie (Belgio più sviluppato)
  • 1842-1873: max. espansione del libero scambio; organo coordinamento traffico ferroviario
  • 1843: telegrafo e uso dei cavi sottomarini
  • 1846: la rotativa
  • 1850-1870: età d’oro della ferrovia (in Italia nasce la linea Milano-Venezia)
  • 1860: diffusione delle SNC; Trattato Cobden-Chevalier (contro le Corn Laws)
  • 1865: privatizzazione straniera delle ferrovie italiane
  • 1867: fallimento del Credit Mobilier
  • 1870: ritorno al protezionismo (crisi economica, nazionalismo), prime petroliere
  • 1877-1896: Grande Depressione dei Prezzi (↓ P prodotti agricoli ↑ allevamento)
  • 1880: seconda rivoluzione industriale (acciaio, chimica, elettricità)

–          inizio del declino della G.B (legata alla prima rivoluzione), a scapito di USA e Germania

  • 1882: Codice Mancini per le SPA
  • 1883-1893: la prima linea coast to coast (USA)
  • 1896: Marconi inventa la radio
  • 1899: nasce la FIAT
  • 1905: nazionalizzazione ferrovie italiane

Lascia un commento