Modelli di Stato e modelli di Governance delle Amministrazioni pubbliche

Stato dei diritti formali e stato sociale e imprenditore allora si usa il modello burocratico formale.

Poi abbiamo avuto lo stato dei servizi e lo stato regolatore che corrisponde al NPM, devono lavorare come fossero delle aziende. Infine lo stato relazionale che corrisponde alla public governance.

Le pubbliche amministrazioni da un certo punto in poi sono state considerate unità di produzione, ma che cosa producono?

Quello che corrisponde ad un bisogno pubblico e questo è definito dalla legge, allora occorre un intervento politico che decida che quello è un bisogno pubblico e la PA può intervenire direttamente o indirettamente (controllando).

Questo modo di operare può essere esteso al massimo o ridotto al minimo allora ci sono diversi modelli di stato).

Le amministrazioni pubbliche con personalità giuridica di diritto pubblico:

  • Vengono istituite con un provvedimento di legge (decreto istitutivo che può essere dello stato o delle regioni o dei comuni nei limiti dell’autonomia) che definisce:
    • Finalità da perseguire (che cosa possono fare);
    • Attività da svolgere;
    • Organi di cui si può avvalere;
    • Modalità di finanziamento (contenuti dello Statuto);
  • Vengono predisposti per il funzionamento diversi regolamenti tra i quali:
    • Organizzazione generale e funzionamento;
    • Amministrazione, finanza e contabilità.

Nel decreto l’AP e si dà lo statuto, viene dotata di un patrimonio cioè gli viene data una copertura di bilancio. Nel decreto costitutivo c’è scritto come verrà finanziata e in fase iniziale quanti soldi verranno dati per farla nascere.

Si toglie un edificio al comune e si dà all’università di Genova. Poi per fare input – trass – output io mi impegno a finanziarti tramite da legge finanziaria, d’ora in poi il ministero dell’università dovrà darti dei soldi. In una PA si parla di gestione patrimoniale e di gestione finanziaria (patrimonio che viene dato inizialmente e soldi che verranno dati tutti gli anni per farla funzionare tramite la legge finanziaria entro il 31/12 a Roma).

La gestione patrimoniale per raggiungere i loro fini istituzionali lo stato e gli altri enti pubblici si avvalgono di un insieme di beni definiti.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + 1 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>