La gestione finanziaria

  • Riguarda la finanza della AP (riguarda i movimenti dei soldi).
  • Come può finanziarsi una AP? Esiste una funzione finanza? Deve aspettare che piovano i soldi dal cielo o può fare anche qualcos’altro? Vengono fatte delle scelte di convenienza economica tramite funzione finanza?
  • I finanziamenti possono derivare da: per definizione vive coi soldi della collettività quindi tramite la tassazione).
  • Prelievo fiscale Stato/finanza di trasferimento diretta o indiretta (sono i soldi che da Roma vengono trasferiti alle AP, con il federalismo la regione fa lei il prelievo sul suo territorio e poi li ridistribuisce alla popolazione sul territorio, la regione Liguria si limiterebbe a ridistribuire i soldi prelevati dandoli alle proprie AP salvo costituire il fondo perequativo cioè una parte del prelievo viene dato al fondo che aiuta le regioni in difficoltà.

Questo fondo di perequazione sarà una entrata integrativa per quelle regioni che sono povere che quindi hanno poco reddito e poco gettito fiscale e potrà sopravvivere grazie alle regioni più ricche che hanno più reddito e più prelievo fiscale. Per ora Roma trattiene dei soldi per i ministeri poi vengono dati alle regioni, alle città metropolitane, poi alle grandi città e ai comuni. Il finanziamento quindi lo Stato lo fa tramite prelievo fiscale e le altre AP ricevono il finanziamento con la finanza di trasferimento cioè tramite il trasferimento delle imposte.

Quindi un’AP vive tramite finanza di trasferimento. Può essere diretta o indiretta.

  • Indiretta: le asl ricevono i soldi dalle regioni le quali a loro volte li hanno ricevuti dallo stato. Quanti soldi lo si discute con la legge di stabilità o finanziaria, con quella legge è la maggioranza in parlamento che sceglie se dare più soldi e a chi, lo si decide politicamente) tributi locali (se previsto). Le regioni hanno dei tributi locali. L’università ha una contribuzione studentesca che è entrata che si rifà al fruitore del servizio visto che è a domanda individuale allora chiede un po’ di soldi e ha entrata propria.
  • Entrate proprie (tariffe, esempio università, ticket sanitario).
  • Alienazioni (quel patrimonio disponibile che può avere quella AP si può decidere di venderlo. L’università ha deciso di vendere alcuni beni per investire i soldi in altri beni. Quando vendo però quei soldi devono essere reinvestiti in beni patrimoniali. Devo ricapitalizzare le alienazioni, non posso poi dare aumenti salariali ai dipendenti o fare manutenzioni).
  • Varie forme di indebitamento (tanto è vero che lo stato italiano è molto indebitato. Come si fa? Si emettono delle specie di obbligazioni. Ci sono norme e vincoli di bilancio che ci dicono che ci si può indebitare ma fino ad un certo livello. L’indebitamento è quindi assoggettato a dei vincoli forti. Non si è liberi di contrarre debito perché più mi indebito e più indebito il mio paese e quindi più rischio di far crollare economicamente il mio paese).

La gestione finanziaria è scandita dall’andamento delle ENTRATE e SPESE.

Il ciclo finanziario delle entrate e ciclo finanziario delle spese. Mentre nelle imprese si parla di ciclo attivo e passivo. In una AP è importante il patrimonio e i finanziamenti. Il patrimonio tramite inventario. Importante nella AP è la gestione di questi soldi che quasi tutte le ricevono da Roma.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei + 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>