Evoluzione del sistema contabile e di bilancio della PA

Possiamo trovarci di fronte a sistemi contabili delle imprese oppure quelli delle amministrazioni pubbliche) c’era una legge che rendeva tutti uguali questi sistemi contabili e poi sono cambiati col NPM.

Per verificare se la produzione avviene in modo economico ci serve un certo sistema contabile per determinare anche il risultato economico d’esercizio. Laddove non è stato interessante attivare.

Sanità ha sistema contabile come quello delle imprese; enti locali hanno contabilità finanziaria ma alla fine redigono un prospetto di conciliazione con cui; poi tutte le altre amministrazioni pubbliche tengono sistema di contabilità finanziaria che vediamo ora.

Sistema contabile e di bilancio

  • Sono strettamente correlati (non si può parlare di contabilità di finanza pubblica senza parlare del bilancio).
  • Si basa sulla rappresentazione solo delle entrate e delle spese (non abbiamo conti finanziari e conti economici, abbiamo solo elementi finanziari. Prende le operazioni di gestione e se generano entrate o spese gli interessa, sennò no. Invece nella partita doppia vedevamo la doppia implicazione della singola operazione).
  • Sistema di bilancio è formato da più documenti collegati tra di loro:
    • Documenti contabili e non contabili (descrittivi);
    • Documenti preventivi e consuntivi.
  • Sistema contabile rileva solo entrate e spese, quindi considera un solo aspetto della gestione ed implica la partita semplice.

Documenti preventivi

  1. Documento di programmazione a medio termine (documento in cui dico cosa voglio fare nei prossimi tre anni cioè individuo degli obiettivi strategici. Voglio creare integrazione nel territorio, voglio fare un’attività di politica di sostegno per gli anziani, politiche per facilitare le giovani madri ad avere degli asili nido).
  2. Bilancio pluriennale (in base alla programmazione di cosa voglio fare si fa documento che prevede entrate ed uscite nei prossimi tre anni. Prima do delle linee poi le trasformo in un bilancio pluriennale che dovrebbe corrispondere al piano industriale delle imprese. Cioè quello che vogliamo essere come impresa tra 3-4 anni, per cui per arrivare a questo reddito tra 3-4 anni cosa devo fare? Poi si fa anche bilancio. Non molto importante).
  3. Bilancio annuale di previsione:
    1. è il primo anno del bilancio pluriennale;
    2. è autorizzatorio e vincolante (non si vuole che la pubblica amministrazione lavori alla giornata, ma si vuole che la pubblica amministrazione realizzi dei programmi che possono essere diversi e per fare questo prevede le entrate e le spese. È una logica di tipo aziendale)
  4. Altri sì/no.

Nonostante il legislatore voglia che le pubblica amministrazione operino in modo aziendale e con degli obiettivi le amministrazioni pubbliche fanno il primo anno del bilancio pluriennale e poi per gli anni successivi fa la previsione di quel bilancio. Per cui non serve tanto ma hanno ragione perché non sanno quanti soldi riceveranno dal ministero quindi gli altri due anni li fanno per inerzia.

Documenti consuntivi

Rendiconto finanziario: è lo stesso prospetto di quello di previsione, ma ci sono i dati a consuntivo e quindi posso fare un controllo. Il patrimoniale invece perde di significato perché non essendoci contabilità come quello delle imprese allora rilevando solo entrate e spese come faccio a fare lo stato patrimoniale?

Al massimo avvalendomi dell’inventario posso mettere questi, ma questi non sono stati ammortizzati né rivalutati per cui alla fine ho un documento che non ha molto significato.

Dati i documenti contabili esposti, quello essenziale per la contabilità finanziaria è quello annuale di previsione. Senza quello non posso compiere nessuna operazione di gestione, quindi non posso nemmeno rilevarla.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sette × = 35

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>