Agenzie pubbliche

Determinanti del NPM

  • Forte indebitamento dello Stato e necessità di contenimento della spesa pubblico (ci sono agenzie di rating che danno giudizi sullo stato dei paesi, quando un paese è declassato ad esempio perché è fortemente indebitato allora loro avvisano la collettività mondiale che il paese potrebbe non far fronte ai suoi impegni. Il paese subito li chiede ai suoi cittadini e poi se non bastano li chiede agli altri paesi. Il forte indebitamento ci ha declassato quindi la nostra moneta valeva meno e questa va bene per esportazioni, male per importazioni.

L’imprenditore italiano che opera all’estero è meno tutelato perché si sente meno protetto.

Quindi non posso avere troppo debito sennò mi declassano allora l’unica soluzione è ridurre la spesa pubblica e con quello che si risparmiava si pagano i debiti) difficoltà a rispondere alle esigenze della collettività servita, difficoltà a mettere in atto politiche e programmi pubblici d’intervento (scollamento tra domanda ed offerta – crisi di legittimazione dello Stato).

Lo stato non capisce quello che vuole la collettività, non è vicino ai bisogni, difficoltà estrema: esigenza di competere a livello Europa e internazionale (internazionalizzazione di problematiche prima di pertinenza di singole nazioni – pubblicazione documenti OCSE pubblica dicendo se negli stati ci sono servizi buoni o meno).

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× 5 = venti

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>