Bolla speculativa

È un fenomeno legato alle aspettative degli individui e si verifica quando il prezzo di un’attività sale troppo rispetto a quello che viene considerato il giusto valore, il problema è che non è semplice definire il giusto valore delle attività.

Finché tutti si aspettano che il valore dell’attività continuerà a salire allora il valore continuerà a crescere e di conseguenza il suo prezzo, ad un certo punto succederà che alcuni agenti economici inizieranno a capire che il prezzo è già salito abbastanza ed è difficile che salirà ancora quindi cominciano a vendere e il prezzo inizia a vendere leggermente e poi tutti vendono e la bolla scoppia.

La bolla ci mette tanto a gonfiarsi ed un attimo a scoppiare.

Le bolle possono riguardare un singolo titolo oppure un intero settore.

Le obbligazioni possono essere soggette a bolle speculative?

Una obbligazione a scadenza ha un importo determinato che va ridato indietro, questo non vale per l’azione, lo stesso vale per un immobile.

Quindi per le obbligazioni non è possibile che si verifichino situazioni di bolle speculative.

Esempi storici di bolle speculative

1636/1637: bulbi di tulipano nei Paesi Bassi.

Questa ha avuto una crescita molto rapida.

1720: South Sea Company.

È una società britannica fondata con l’idea di farle conferire tutto il debito pubblico, in cambio a questa società veniva dato un interesse da parte dello stato e per poter ripagare questo debito le veniva dato il monopolio del commercio con le colonie del sud America.

E questa poteva essere una attività ad alto valore aggiunto.

Questo entusiasmo da parte del governo fu trasmesso anche alla popolazione tanto che nel giro di qualche anno le azioni di questa società presero un notevole valore anche grazie ad acquisti degli amministratori volti ad aumentare la domanda.

1995/2000: titoli dot – com.

2007: immobili USA.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


otto + = 13

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>