Perdita di esercizio

Se il conto economico ha saldo in avere, l’esercizio chiude in perdita:

Data

 

Descrizione

Dare

Avere

  Perdite di esercizio

… …

  Conto economico

… …

Per ripianare la perdita si può supporre che esista o che non esista una riserva precostituita.

1) La riserva esistente è sufficiente a fronteggiare la perdita.

Il saldo del conto Perdite d’esercizio è riferito al conto Riserva con il seguente articolo:

Data

 

Descrizione

Dare

Avere

  Riserva

… …

  Perdite di esercizio

… …

2) La riserva non esiste.

Si può seguire una delle 3 seguenti vie:

  1. Rinvio della perdita all’anno successivo;
  2. Diminuzione del capitale sociale;
  3. Reintegrazione da parte dei soci con versamenti in contanti.

Nel caso a la perdita viene rinviata a nuovo per essere sanata con gli utili degli esercizi successivi. Contabilmente viene trasferita al conto Perdite a nuovo che comparirà nello stato patrimoniale quale componente negativo del patrimonio netto.

Gli eventuali utili dell’esercizio seguente devono, anzitutto, servire a conguagliare detta perdita e solo la loro eccedenza, se ci sarà, potrà essere destinata altrimenti. Se, invece, i profitti non saranno sufficienti a colmare la perdita, il saldo del conto Perdite a nuovo (e cioè la perdita residua) potrà ancora essere rinviato all’anno dopo.

Nel caso b si diminuisce il capitale sociale dell’ammontare della perdita e, di conseguenza, si riducono proporzionalmente le quote dei soci.

La scrittura è la seguente:

Data

 

Descrizione

Dare

Avere

  Capitale sociale

… …

  Perdite di esercizio

… …

La diminuzione del capitale sociale comporta una modificazione dell’atto costitutivo che deve essere iscritta nel registro delle imprese su richiesta degli amministratori.

Nel caso c i soci reintegrano materialmente la perdita o l’eventuale rimanenza di essa mediante versamenti in contanti; di regola la ripartizione avviene in proporzione al capitale conferito.

Contabilmente si ha una variazione attiva in dare di conti finanziari intestati ai singoli soci e una variazione economica positiva nel conto perdite di esercizio:

Data

 

Descrizione

Dare

Avere

  Perdite d’esercizio

… …

  Socio A c/perdite

… …

  Socio B c/perdite

… …

  Socio C c/perdite

… …

I conti accesi ai soci sono poi accreditati al momento dei versamenti contro addebitamento del conto Cassa o Banca c/c.

3) La riserva esistente è insufficiente a fronteggiare la perdita.

Si trasferisce l’intera riserva al conto Perdite di esercizio, mentre la parte residua: a) viene rinviata a nuovo, ovvero all’anno successivo; b) viene portata in diminuzione del capitale sociale; c) viene ripartita fra i soci.

La normativa fiscale stabilisce che le perdite derivanti dalla partecipazione in società in nome collettivo s’imputano a ciascun socio nella proporzione stabilita per la partecipazione agli utili. Esse sono computate in diminuzione dai relativi redditi conseguiti nei periodi d’imposta e per differenza nei successivi, ma non oltre il quinto, per l’intero importo che trova capienza in essi (art.8, co.3 TUIR).

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove + 6 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>