Proroga della società

La proroga della società può essere espressa o tacita.

Nell’ipotesi di proroga espressa il creditore particolare del socio può fare opposizione entro 3 mesi dall’iscrizione della deliberazione nel registro delle imprese e ottenere la liquidazione della quota del socio debitore.

Quando non vi sia una deliberazione specifica, la società s’intende tacitamente prorogata a tempo indeterminato se, decorso il periodo per cui fu costituita, i soci continuano a compiere le operazioni sociali.

In caso di proroga tacita ciascun socio può recedere dalla società con un preavviso di almeno 3 mesi; il creditore particolare del socio può chiedere in ogni momento la liquidazione della quota del suo debitore.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


− 2 = quattro

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>