Le immobilizzazioni immateriali

Tra le immobilizzazioni immateriali i codice include:

  1. Costi di impianto e di ampliamento
  2. Costi di ricerca sviluppo e pubblicità
  3. Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno
  4. Concessioni, licenze marchi
  5. Avviamento
  6. Immobilizzazioni in conto acconti
  7. Altre

Le voci 1 e 2 riguardano costi pluriennali che l’impresa ha sostenuto in un esercizio ma che noi riteniamo che potranno esercitare il loro beneficio in più esercizi. In questo caso per quanto riguarda la contabilità relativa alle immobilizzazioni:

  • Il costo di acquisto delle immobilizzazioni va indicato nello Stato Patrimoniale
  • Nel Conto Economico si indicherà la quota parte relativa all’esercizio invece che imputali integralmente

Il documento numero 24 specifica che i tratti comuni alle immobilizzazioni immateriali sono:

  • L’assenza di tangibilità
  • Il sostenimento effettivo di costi per la loro acquisizione o la loro produzione interna e la capacità di misurare tali oneri
  • L’utilità pluriennale.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


tre − = 0

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>