Interessi e rapporti giuridici nelle società

Le società, in quanto strumento per l’esercizio in comune dell’impresa, rappresentano la forma di gran lunga prevalente di organizzazione dell’esercizio dell’attività economica privata. Anche per l’impresa pubblica la società per azioni si è mostrato strumento efficace per migliorare la qualità dell’organizzazione dell’impresa e per agevolare il passaggio verso la privatizzazione dell’impresa.

Le società sono istituti di fonte negoziale: è l’accordo tra i soci che costituisce la società. Lo statuto sociale contiene le regole relative all’organizzazione ed al funzionamento della società, anche con riguardo ai rapporti con i terzi. Nella società, e attorno ad essa, si costituisce un complesso di rapporti giuridici: rapporti fra soci, fra soci e società, fra soci e terzi, fra società e terzi; e una distinta serie di rapporti si costituisce con le autorità preposte alla vigilanza sull’impresa, a tutela della concorrenza o degli altri interessi messi in gioco in ragione del tipo di attività esercitata.

La qualità e portata dei rapporti in questione si differenzia secondo la natura dei soci, il tipo di società, la natura della relazione con i terzi, la portata degli interessi generali coinvolti dall’impresa. In ogni caso, ciascuno dei differenti tipi di rapporti giuridici che si costituiscono attorno alla società si propone secondo un dato assetto, frutto dell’accordo intervenuto tra le parti ovvero della applicabile disciplina normativa. Il legislatore propone insiemi di regole di natura imperativa, precettiva o suppletiva, volti ad assicurare un dato componimento degli interessi in gioco, secondo l’equilibrio ritenuto più efficace alla luce delle istanze che il mercato lascia emergere.

Gli interessi in gioco sono quelli di cui ai rapporti giuridici sopra richiamati e quelli che emergono in ragione della rilevanza sociale dell’attività. Attorno a piccole e medie imprese emergono gli interessi di una ristretta cerchia di soggetti, mentre nelle grandi imprese la gamma di interessi coinvolti si amplia ovvero si articola in maniera diversa. Può essere utile immaginare gli interessi in gioco (e i relativi rapporti) come una serie di cerchi concentrici, che si dipanano da un nucleo in cui si ritrovano gli interessi primari dei soci e via via, in cerchi sempre più lontani dal nucleo, gli altri interessi di creditori, banche, lavoratori, mercati, collettività.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno × 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>