Le procedure concorsuali

La crisi dell’impresa ed il conseguente dissesto patrimoniale dell’imprenditore sono eventi che coinvolgono una gran massa di creditori che vengono a trovarsi nell’impossibilità di soddisfare i suoi crediti. La mancata realizzazione può causare crisi anche nelle imprese degli eventuali creditori. L’imprenditore, durante l’esercizio della sua attività, può trovarsi in una particolare situazione di natura economico – finanziaria, che lo rende incapace di far fronte ai propri debiti. Tale situazione, che può essere temporanea o duratura, è chiamata “stato di insolvenza”. Il nostro ordinamento prevede delle procedure per far fronte a questa situazione dove l’azione esecutiva individuale sui beni del debitore si dimostra insufficiente e inadeguata. Tali procedure sono chiamate “procedure concorsuali” e sono:

  1. IL FALLIMENTO
  2. IL CONCORDATO PREVENTIVO
  3. LA LIQUIDAZIONE COATTA AMMINISTRATIVA
  4. L’AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA
  5. L’AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA SPECIALE

Una ulteriore procedura l’amministrazione controllata è stata soppressa dopo la legge di riforma delle procedure concorsuali nel 2006.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


6 − = cinque

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>