Novità in materia di accertamento

Sono specificamente considerate ai fini della selezione delle posizioni da sottoporre a controllo da parte dell’agenzia delle entrate, della guardia di finanza e dell’Inps al fine di assicurare una vigilanza sistematica sulle situazioni di evasione e frode fiscale e contributiva:

  • Le imprese che cessano l’attività entro l’anno (cosiddette “imprese apri e chiudi”);
  • Le imprese in perdita sistemica;
  • I soggetti che hanno percepito e non dichiarato redditi di lavoro dipendente.

Imprese che cessano l’attività entro l’anno

La norma, che fa riferimento alle “imprese apri e chiudi”, esclude dall’inserimento nelle speciali liste dei soggetti da sottoporre a verifica gli esercenti arti e professioni che aprono e chiudono l’attività entro un anno.

Non sono previste, per tali imprese, sanzioni, in quanto la norma si limita ad avvertire che il contribuente potrà subire verifiche.

Imprese in perdita sistemica

La programmazione dei controlli fiscali dell’agenzia delle entrate e della guardia di finanza deve assicurare una vigilanza sistemica, basata su specifiche analisi di rischio, sulle imprese che presentano dichiarazioni in perdita fiscale, non determinata da compensi erogati ad amministratori e soci, per più di un periodo d’imposta e non abbiano deliberato e interamente liberato nello stesso periodo uno o più aumenti di capitale a titolo oneroso d’importo almeno pari alle perdite fiscali stesse.

Anche ai fini di quanto sopra indicato, nei confronti dei contribuenti non soggetti agli studi di settore né a tutoraggio, l’agenzia delle entrate e la guardia di finanza realizzano coordinati piani di intervento annuali sulla base di analisi di rischio a livello locale che riguardano almeno un quinto della platea di riferimento.

Omessa dichiarazione dei redditi di lavoro dipendente

Secondo quanto evidenziato nella relazione al decreto legge, si tratta in specie di evasione totale sui redditi di lavoro dipendente da parte di un’ampia categoria di soggetti che, pur manifestando la costante renitenza agli obblighi di contribuzione fiscale, fruiscono abitualmente e in modo massivo di servizi e prestazioni sociali.

Richiedi gli appunti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


quattro × 8 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>